CATEGORIE

DANIELE TIGNINO DJ e Produttore che ha scritto la storia della musica, orgoglio Siciliano nel panorama internazionale.

La sua carriera inizia all’età di 16 anni, inizialmente come speaker radiofonico per poi approdare successivamente in discoteca, dove i suoi set diventano un punto di riferimento per tutti gli amanti ed appassionati cultori della nightlife Siciliana.

Come produttore inizia nel ’91 quando, insieme a Vincenzo Callea ed il compianto Vincenzo Graci, inizia a pubblicare diversi singoli per importanti labels Italiane come La UMM, PALMARES, NEW MUSIC, TIME e molte altre. Nel ’92, con l’ingresso nel team di Riccardo Piparo, prende vita il progetto TI.PI.CAL. feat Josh (LUP rec.) con cui realizzeranno diverse HIT che li porteranno più volte al numero 1 delle classifiche di vendita italiane, e a remixare importanti nomi tra i quali JOE ROBERTS (London rec UK), SHEILA CHANDRA (Virgin UK), BLAST (UMM It.), 20 FINGERS (Time rec) e tantissimi altri, facendoli diventare uno dei team di riferimento della musica dance anni ’90.

Nel ’98, conclusa la parentesi con i TI.PI.CAL., inizia una collaborazione con PAT LEGATO che lo porterà alla realizzazione di diversi progetti con affermate labels italiane (RISE rec., successivamente la OXYD records, e la OCEAN TRAX) che daranno al duo una grande visibilità internazionale e ne consacreranno la notorietà, soprattutto per lo stile innovativo e ricercato, e porteranno TIGNINO a suonare come Guest Dj nelle più prestigiose consolle di clubs Italiani, Europei e d’oltre manica.

Tra le produzioni più rilevanti occorre menzionare:

– THE LOVE BITE “Take your time”, singolo che è stato licenziato in tutto il mondo da importanti label tra le quali spicca la AM/PM Universal UK; SPACELOVERS, pubblicato in UK dalla SONY rec.

– PSYCHO RADIO, dove la song “In the Underground” viene votata “Single of the year 2002” dai Clubs e DJ’s in Inghilterra, e che attira ovviamente l’attenzione sul progetto dalle vari etichette Inglesi come la HOOJ CHOONS, AZULI rec. e FAITH & HOPE, che ne cureranno le successive uscite.

– KLONHERTZ, pubblicato dalla label di Mr. Norman Cook.

– SOUTHERN FRIED per l’Europa

– SQUAT ’84 per la OCEAN DARK it. ed AZULI UK.

Nello Stesso periodo, grazie all’amicizia con Jim Kerr, leader dei SIMPLE MINDS, inizia una collaborazione con il gruppo che porterà alla realizzazione di diversi brani che verranno inseriti negli album e nei live show della storica band scozzese. Conclusosi il rapporto lavorativo con LEGATO, intraprende una nuova avventura con l’eclettico OTTAVIO LEO che li porterà a cercare nuove sonorità sempre più rivolte ad un house più club e alternativa, dando vita al duo TIGNINO & LEO che li vedrà realizzare produzioni anche con diversi sinonimi per labels come MANTRA VIBES – HELL YEAH (Italia), ELECTRIBE-MUTEKKI (Germania), AUDIO THERAPHY (UK), SMALLDOG rec.(Italia), GREAT STUFF (Germania), BITTEN Rec. (Olanda), JOLLY ROGER (Italia),RITUAL rec. (GERMANIA) ed ancora altre.

Tra i più importanti remix del periodo post TI.PI.CAL. vanno sicuramente ricordati quelli per i SIMPLE MINDS: WHO DA FUNK, BRAINBUG, GRAFFITI, SUGARBABES, PETE TONG & CHRIS COX, MAX GRAHAM vs.YES. Nel 2011 si riunisce ai Ti.Pi.Cal, insieme com il loro storico cantante Josh Colow, pubblicando subito un singolo ed un album per la DIY/UNIVERSAL dal titolo Stars, ottenendo grandi consensi di critica e pubblico ed entrando in programmazione su tutte le più importanti radio italiane ed estere.

Le produzioni targate 2013 lo vedono in collaborazione con Federico Scavo e Da Lukas su HOTFINGERS rec.. La collaborazione con da Lukas permette di far uscire diverse produzioni del duo in labels importanti come la PURPLE rec, OCEAN TRAX e CROSSWORLD. Nel 2016 ridá vita al progetto PSYCHO RADIO con 2 nuovi singoli usciti per la Rebirth rec., presenti in molte charts e set di importanti dj’s internazionali. Da segnalare nel 2017-18, in collaborazione con Morello & Falcone, le uscite su labels come Claps rec. e Flashmob, e ancora sulla

Pag.17 .. continua intervista a daniele tignino

americana M2MR sempre con Da Lukas. Infine nel 2019-20 approda alle labels MultinotesEngrave del team di Musumeci-Lehar con il progetto Antenant, in collaborazione con Francesco Samperi, e con il nuovo Psycho Radio feat. Klin, prodotto grazie alla ritrovata collaborazione con Ottavio Leo.

 

Quando hai capito che volevi fare il dj e come hai iniziato?

Dopo le prime esperienze pensavo che il prossimo step necessario fosse quello di misurarmi live con il pubblico e la pista dei clubs e portare le mie idee e il mio modo alternativo di proporre musica utilizzando, oltre ai piatti, strumentazione live, per quel periodo era molto innovativo usare campionatori, batterie elettroniche e percussioni elettriche varie.

 

Quali sono i tuoi lavori discografici?

Visto il mio background ricco di tanta musica di genere diverso, decisi di produrre brani che avessero comunque qualcosa di originale e che li distinguesse in qualche modo da certe sonorità standardizzate, innescando in me quella voglia di provare ad innovare ,a volte anche rischiando, e proponendo nuovi concetti musicali molto diversi tra loro, e cosi durante la mia carriera ho dato alla luce diversi progetti paralleli con diversi collaboratori e featuring… Sono molto affezionato per diverse ragioni ai progetti come Psycho Radio, tutt’ora in attivitá e molto stimato dai cultori di musica elettronica, poi Love Bite che é stata una hit riconosciuta in tutto il mondo, o Klonhertz che proponeva sonoritá punk-rock e new wave uscito con le label di Fat Boy Slim e con Azuli Uk, Spacelovers che abbracciava suoni trance e progressive, Goosebump in collaborazione con Phunk investigation, Squat 84 con Say No, un vero cult e un inno da cantare tutti insieme in discoteca, The 3Angle e Kasto, ovvero progetti paralleli decisamente più Underground dei Ti.Pi.Cal. e ovviamente il progetto Ti.Pi.Cal. che ha portato successo notorietà e tanto divertimento.

 

Viviamo nell’era del web e del marketing, ma quando hai iniziato tu tutto questo non esisteva, quale pensi sia la differenza?

Sicuramente utile per mille ragioni, ma oggi purtroppo troppo abusato, povero di contenuti e che in qualche modo ha causato l’impoverimento di qualitá e cultura musicale amplificando la crisi del mercato discografico.

 

Cosa pensi della scena italiana artistica e dei clubs/promoters?

Non vorrei essere nostalgico, ma preferisco la scena di qualche anno fa, oggi troppo poca coscienza in generale , molta approssimazione e soprattutto si punta più ad un discorso economico che qualitativo, questo però non vuol dire che oggi non ci siano realtà importanti e di spessore, solo che sono diventate piuttosto rare rispetto a una volta.

 

Credi sia importante puntare sul made in Italy?

Il Made in Italy ha dimostrato fin dagli anni 80 una notevole importanza nel mondo delle produzioni e della nightlife e va rispettato e sicuramente supportato. L’importante che dietro a tutto ciò c’è qualità, innovazione, e professionalità, non musica preconfezionata e di maniera simile ad altre migliaia di uscite povere di contenuti e idee, detto questo al momento ci sono sicuramente eccellenti produttori, dj’s e team italiani che si stanno facendo notare e apprezzare in tutto il mondo per le loro produzioni i loro set e live show.

 

Come hai speso il tuo tempo in periodo di pandemia? 

L’ho passato come molti che svolgono professionalmente la mia attività, ovviamente tra tante difficoltà, ma senza mai perdere la speranza e cercando di occupare il mio tempo producendo nuova musica e sperimentare su nuove sonorità, stili intriganti e preferibilmente innovativi, come ho sempre fatto.

 

 

Progetti per il futuro?

 

Il 28 giugno ci sarà la release ufficiale del nuovo Psycho Radio per la Multinotes che si chiama “Oh No please don’t let me down” che include anche un remix di Musumeci e Dodi Palese che ha giá avuto eccellenti feedback, poi da poco abbiamo finito con Francesco Samperi il nuovo EP di Antenant con un eccellente remix di Enzo Elia e diverse tracce dalle sonoritá decisamente inusuali. Infine sto completando un nuovo Psycho Radio cantato da Darren Bonse Barley sempre insieme con Ottavio Leo già componente storico del team.

 

Articolo firmato da Christian Eyer

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
happy-woman-walking-on-beach-PL6FA7H.jpg

SanFair Newsletter

The latest on what’s moving world – delivered straight to your inbox